fbpx
  • 3493784152
  • 3477882169
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Non sottovalutate il problema guano

Cos'è il guano?

piccioni guanoIl guano è una sostanza naturale che si forma dalla decomposizione di escrementi di vertebrati in zone dove non è possibile il dilavamento da pioggia o altri fenomeni atmosferici.
Il guano è ricco di fosfati e composti azotati, è pertanto dannoso per gli umani ma utile se usato come fertilizzante.

Che malattie causa il guano?

Parliamoci chiaro, non vogliamo fare allarmismo ma il problema del guano può diventare serio se sottovalutato considerato il fatto che alcune delle malattie che ne derivano possono essere, mortali.
Soprattutto quando non si prendono immediatamente precauzioni per lo smaltimento la situazione può peggiorare perchè, essiccandosi, il guano si polverizza rilasciando gli agenti patogeni contenuti nell'ambiente.
Le malattie che si possono contrarre venendo a contatto con questi agenti sono circa 60, non tutte con conseguenze gravi, ma alcune purtroppo si. Vediamo quali sono le principali e più pericolose:

  • Le più frequenti sono la salmonellosi e l'escherichia coli.
  • Ornitosi o Psittacosi
  • Candidosi
  • Toxoplasmosi
  • Criptococcosi
  • Istoplasmosi

Vi risparmiamo i sintomi e le conseguenze di queste malattie, facilmente trovabili online, ma vi assicuriamo che non è niente di piacevole.
Tenete anche presente che alcune malattie vengono trasmesse anche ai nostri animali da compagnia.

Che danni provoca il guano?

PiccioneOltre ai danni alla salute non sono da sottovalutare nemmeno i danni che il guano provoca agli edifici e alle strutture in genere.
I danni possono essere di natura strutturale considerando il peso di questa sostanza che arriva a pesare fino a 800kg a metro cubo che di natura estetica visto l'effetto che può fare su un edificio antico e di alto valore storico.
Il deterioramento del guano contribuisce anche alla creazione di umidità che porta a un rapido degrado delle strutture.
A contatto con la pioggia il guano causa un precoce (a seconda del materiale, ma forse solo l'acciaio può essere considerato "sicuro") deterioramento di ogni superficie.
A livello chimico il percolato si trasforma in un vero e proprio acido e scioglie il carbonato di calcio con la risultante di evidenti danni a marmi e intonaci.
Aggiungiamo anche che queste superfici corrose e indebolite da composti chimici organici diventa l'habitat perfetto per funghi e muffe che, nuovamente, minacciano strutture, sicurezza ed estetica degli edifici.
Concludiamo dicendo che anche su strade, stradine e vialetti, dove si accumula tale sostanza (pensiamo ad esempio ai parchetti alberati o ai sottopassi) il pericolo non è dato solo dall'evidente problema igienico-sanitario, ma anche e soprattutto che tale sostanza, accumulata in quantità diventa una poltiglia scivolosa e rischiosa per al salute dei passanti.

Come rimuovere il guano?

Iniziamo con il dire che lo smaltimento del guano non è cosa semplice in quanto il guano è un rifiuto speciale.
Per piccole opere (un balcone ad esempio) suggeriamo di usare mascherina e guanti e di lavare e disinfettare tutto una volta finita la bonifica.
Per zone un po' più grandi suggeriamo di affidarvi a un professionista (e in tal caso ci permettiamo di suggerirvi il nostro servizio di smaltimento guano) che non solo provvederà alla bonifica e allo smaltimento ma anche alla successiva sanificazione dell'area e vi proporrà delle soluzione per far si che il problema non torni (ad esempio con reti ornitologiche per la chiusura di anfratti utili a fornire ai volatili un riparo)